martedì 1 aprile 2014

Simposio Internazionale GL - Messaggio finale

Cari Lasalliani,  il Movimento Giovani Lasalliani mira a risvegliare la consapevolezza del cammino vocazionale personale e di gruppo di adolescenti e giovani adulti coinvolti nella Missione Educativa Lasalliana...
La speranza è come la sorella piccola della fede e della carità,
 ... sembra che le due grandi stiano portando la piccola, 
ma non è affatto così - la sorella piccola
 invece sta portando avanti le sue sorelle grandi. 
Charles Péguy


Cari Lasalliani,
il Movimento Giovani Lasalliani mira a risvegliare la consapevolezza del cammino vocazionale personale e di gruppo di adolescenti e giovani adulti coinvolti nella Missione Educativa Lasalliana. Questo movimento ci impegna a livello personale, professionale e spirituale ad andare oltre i nostri confini per fare in modo che sia noi sia coloro che accompagniamo possa avere la vita e averla in abbondanza. (Gv 10,10).

La nostra visione e passione

Come Giovani Lasalliani, la nostra passione è rivolta a:
- Fare un uso migliore del potenziale, a volte latente, della rete globale Lasalliana;
- Sostenere i giovani per fornire loro gli strumenti e il supporto necessario per integrare totalmente le loro esperienze di vita attraverso un accompagnamento efficace che conduca ad una crescita personale e vocazionale;
- Essere attivi nella Missione Educativa Lasalliana, in particolare attraverso il servizio educativo con i poveri.

Questo ci ispira ad essere agenti del cambiamento nel nostro mondo e ci sfida ad essere amministratori della vitalità e della sostenibilità della Famiglia Lasalliana e della Missione Educativa Lasalliana.

Il nostro impegno

Perciò ci impegniamo a: 
- Esplorare e comprendere le realtà locali al fine di rispondere a bisogni specifici; 
- Mettere in contatto giovani lasalliani a diversi livelli - locale, settoriale, distrettuale, Regionale e internazionale;
- Invitare i diversi gruppi di Giovani Lasalliani ad iniziare una riflessione sull’accompagnamento;
- Creare una rete tra i programmi e i progetti di servizio e di giustizia sociale tra le scuole, i centri e le comunità lasalliane;
- Promuovere i valori della fede, del servizio, e della comunità in connessione con l’intera Missione Educativa Lasalliana.

La nostra voce

Mentre la Famiglia Lasalliana, soprattutto noi Giovani Lasalliani, è consapevole del ruolo privilegiato che i giovani svolgono nell’evangelizzare gli altri giovani, c'è disuguaglianza per quanto riguarda il riconoscimento e la rappresentazione dei Giovani Lasalliani nelle strutture della Missione e dell'Istituto. Ci auguriamo che la nostra partecipazione alla Missione Educativa Lasalliana sia efficace e che la voce dei Giovani Lasalliani sia ascoltata. 

Pertanto, piuttosto che avere solo le strutture parallele per Giovani Lasalliani a diversi livelli dell'Istituto, auspichiamo una rappresentanza all'interno delle strutture già esistenti in modo che le nostre speranze e i nostri sogni possano trovare piena espressione nella Famiglia Lasalliana.

Quindi, chiediamo anche che:
- I Rappresentanti dei Giovani Lasalliani, nominati in ciascuna delle scuole e altre realtà, creino contatti con gli Animatori Lasalliani e Direttori Vocazionali;
- I gruppi dei Giovani Lasalliani e le risorse che già esistono, o saranno creati, siano collegate con le strutture, i gruppi e le realtà lasalliane pre-esistenti, per rafforzarsi e sostenersi a vicenda. 
- Le commissioni dei Giovani Lasalliani, a livello locale, settoriale, distrettuale, regionale e internazionale possano continuare o essere create.

Conclusioni
Accettiamo la sfida di fr. Álvaro che ci invitava ad essere la Generazione “S”, la Generazione della Speranza. Ci impegniamo a costruire insieme un mondo più vivibile, più umano e più fraterno. Lo facciamo consapevoli di essere noi il futuro e che il futuro è adesso, e che con l'aiuto di coloro che hanno marciato attraverso la notte prima di noi, possiamo autenticamente rispondere alla chiamata di Dio nella nostra vita. Possa lo Spirito continuare ad aprire sempre di più i nostri occhi, in modo da poter toccare i cuori più in profondità, e il nostro lavoro sia fatto con maggior zelo. 

Infine, possa lo Spirito, come ha affermato il Fondatore, “aiutarci a non essere turbati sul presente o inquieti per il futuro, ma essere preoccupati per il momento presente che dobbiamo vivere adesso”. Possiamo andare avanti sapendo che Dio, “che con sapienza e dolcezza guida ogni cosa e che non è solito fare violenza alle inclinazioni degli uomini, vuole che noi ci compromettiamo in questo progetto “adesso”.

Nessun commento:

Posta un commento