venerdì 19 dicembre 2014

mgXLive - seconda puntata

Venerdì 19 dicembre ore 20.45 - diretta streaming

2a puntata con Fr Enrico Muller
Il Dio di La Salle



puoi seguire la diretta e commentare anche nelle nostre pagine
google+
youtube

mercoledì 5 novembre 2014

Fr Jacques D'Huiteau - Il processo di revisione della regola - CIL '14

[...] Il Fondatore ha fatto un cammino differente: un percorso esodale non solitario, ma in compagnia dei fratelli, inoltre non ha avuto alcuna regola di riferimento perché il modello di vita apostolica che avevano cominciato a vivere era totalmente nuovo anche se per scrivere alcuni capitoli si è ispirato alle regole di Benedetto, Agostino, Ignazio...
La nostra regola infatti, come la vita dell'Istituto, è caratterizzata da tratti che sono speciali per la specifica "cultura" dei Fratelli:
• un certo realismo che si manifesta in una preoccupazione per ciò che è concreto ed efficace, e la comprensione di ciò che è possibile (vedi la formula dei voti, «per quanto ne sono capace»);
• la preponderanza della missione, che a volte è così formulata da rendere il resto della vita una sorta di strumento in relazione alla missione;
• l'importanza nel processo di discernimento della dimensione comunitaria della vita quotidiana, apostolica e spirituale.
La procedura adottata per la revisione della Regola mostra ciò molto bene, anche se alcuni aspetti del processo possono essere discutibili. Il nuovo testo è il risultato di una riflessione collettiva, della discussione comune attraverso un processo decisionale il più ampio possibile.
Come l'interpretazione della Parola di Dio è una questione di discernimento compiuto da una comunità, perché è stata prodotta da una comunità, così l'interpretazione della Regola è una questione di discernimento comunitario, perché è stata redatta dal «corpo della società»...

martedì 14 ottobre 2014

mgXLive - prima puntata

Venerdì 17 ottobre ore 21.00 - diretta streaming

1a puntata con Fr Bruno Alpago
Il servizio per De La Salle



puoi seguire la diretta e commentare anche nelle nostre pagine
google+
youtube

domenica 5 ottobre 2014

#costruiresullaroccia


POST IN AGGIORNAMENTO

potete scaricare il progetto di Pastorale 2014 in formato digitale cliccando su questo link

per il poster in alta risoluzione, cliccate sull'immagine a fianco

giovedì 12 giugno 2014

Corso breve di Pastorale



Saremo in diretta streaming con il sesto e ultimo incontro del corso breve di Pastorale
GIOVEDI' 12 GIUGNO dalle ore 20.45



Potete recuperare tutte le lezioni svolte finora cliccando su questo link

martedì 20 maggio 2014

Fr. Robert Schieler è il nuovo Superiore Generale

Durante il 45° Capitolo Generale, i Fratelli delle Scuole Cristiane hanno eletto Fratel Robert Schieler Superiore Generale, per i prossimi 7 anni.
Fratel Robert è nato nel 1950 nella città di Filadelfia, Stati Uniti d’America, e ha fatto la sua professione perpetua nel 1979.
Per i primi anni è stato insegnante nel suo paese; successivamente, è stato per 13 anni missionario nelle Filippine.
Ha studiato Storia Europea Moderna e ha conseguito un dottorato in Amministrazione Educativa.
Dal 1991 al 1998: Visitatore ausiliare del Distretto di Baltimora. Ha svolto l’incarico di Direttore per l’Educazione per la Regione USA/Toronto dal 1998 al 2001 e in seguito Visitatore del suo Distretto dal 2001 al 2007.
Negli ultimi 7 anni è stato Consigliere Generale per la nuova Regione RELAN (USA e Canada), risiedendo a Washington.
L’Istituto dei Fratelli e tutta la Famiglia Lasalliana si congratulano con Fratel Robert, offrono il loro appoggio incondizionato e le loro preghiere per il buon andamento della nuova missione assegnatagli come 27° successore di San Giovanni Battista de La Salle.
Ringraziamo Fratel Álvaro Rodríguez per l'eccellente lavoro di governo e di animazione realizzato per  l’Istituto, come Superiore Generale, durante i due mandati di sette anni.

A questo link trovate il primo videomessaggio registrato da Fr Robert subito dopo la sua elezione!

un grande in bocca al lupo a Fr Robert!

#45CG - aggiornamento n.4

Ancora una settimana di un capitolo che non finisce mai...
Si è lavorato per piccoli gruppi sui testi che usciranno. In genere ben accettati dall'assemblea nella prima presentazione.
Comunque: mal di testa finale per tutti. I piccoli gruppi sono stati plurilingue e alla fine la confusione mentale rasentava livelli inimmaginabili. Nonostante questo e grazie alle riunioni fuori orario si è arrivati ad una prima serie di orientamenti.
Venerdì pomeriggio si è cominciato a parlare di votazioni...prime liste di nomi orientative. Ancora nulla di preciso. I giochi sono previsti per la prossima settimana.
Voci da casa Pio IX in genere per creare dinamismo (qui infatti ci stiamo riposando), ma tant'è. Stando a Roma è quasi obbligatorio e non me lo fanno pesare. In ogni caso per assentarsi dalle assemblee plenarie serve il voto di tutti.
Ho portato la nostra icona dell'effatà: vediamo cosa ne farà il servizio liturgico peraltro molto efficiente (in molte lingue con le traduzioni). Piccoli contributi italici: chicche.
Di bello c'è che le fragole maturano e sono tante, le ciliege pure, ma se le pappano uccelletti vari, pappagalli compresi (solo quelle fatte, mica sono fessi) e nespole da andare a prendere con la scala. Per le albicocche speriamo che maturino prima che il capitolo finisca.
Fr Gabriele

venerdì 16 maggio 2014

TweetCross... si inizia!

Cari amici, con questo post inauguro ufficialmente la rubrica TweetCross, con la quale viaggeremo insieme (spero con cadenza settimanale) attraverso la rete social di Twitter. Ripercorreremo i cinguettii più interessanti di Papa Francesco, di movimenti cattolici e giovanili, di varie associazioni e di testate giornalistiche specializzate, scoprendo gli hashtag più utilizzati e le tendenze dei social-media che riguardano gli ambiti della Fede, della spiritualità e della solidarietà.
La mia idea per questa rubrica nasce dalla volontà, prima di Papa Benedetto XVI e poi di Papa Francesco, di parlare ai giovani e al mondo intero, credenti e no, attraverso quei 140 caratteri, utilizzando uno strumento "democratico" che sia facilmente consultabile e alla portata di tutti. 
Come ricorderete forse a causa della straordinarietà della notizia, la presenza del Pontefice sul web è stata inaugurata a dicembre 2012 dal Papa emerito Benedetto XVI con l'account @pontifex_it seguito, a gennaio, da account in altre 7 lingue (inglese, tedesco, portoghese, spagnolo, francese, polacco e arabo) e, un mese dopo, da quello in latino.
Al momento del lancio dell'account ufficiale del Papa, il portavoce della Sala Stampa vaticana, Padre Federico Lombardo ha spiegato che:

lunedì 12 maggio 2014

#45CG - aggiornamento n.3

Settimana intensa conclusa venerdì sera al CSG di Roma con una bella serata dove si sono reincontrati amici, il Pio IX con il suo coro ha fatto una bella figura (tanti complimenti che non mi appartenevano) e alla fine si è finito con "o sole mio" che il mondo intero conosce e canta.
Il mondo intero: nella mia testa questa cosa diventa sempre più netta. L'Europa sembra essere messa al margine... vecchi e rissosi... eppure ancora laboratorio del mondo lasalliano. La RELEM, l'Europa lasalliana può, impressione mia, essere il laboratorio del futuro. Siamo quelli che devono costantemente fare i conti con la pluralità delle lingue, quando altri (Nord e sud America, oriente) non fanno grandi sforzi. Abbiamo una pluralità di risposte. Speriamo nel futuro di lavorare di più insieme e di creare progetti nuovi, magari verso l'Europa dell'est... Ma sono pensieri miei che ogni tanto condivido con qualcuno al capitolo.
La seconda fase capitolare è conclusa: abbiamo individuato i temi oggetto di studio ed indicazioni per i prossimi 7 anni (missione, formazione, vocazioni, associazione, finanze, governo, vita dei Fratelli) e abbiamo scelto i gruppi di lavoro che dovranno essere sistemati dalla Commissione. Il tema Giovani Lasalliani è dentro la missione. Quindi oggi non so in quale ambito sarò inserito: domani mattina scopriremo l'arcano. Io ho scelto missione, governo e Fratelli: mi sembrano i temi portanti.
Per il resto correre ( si fa per dire) la mattina presto (issimo): non sono il solo...; e camminare la sera. Ma anche così il giro vita continua a glorificare se stesso. Amen.
Fr Gabriele

lunedì 5 maggio 2014

#45CG - aggiornamento n.2

Questa seconda settimana è servita a fare un po' il punto delle questioni sul tappeto: abbiamo ascoltato per ore relazioni su molti aspetti di quanto è stato fatto nei sette anni passati e non si può negare che sia stato un lavoro notevole con alcune novità nella vita dell'Istituto come ad esempio l'organizzazione data al settore sviluppo e cooperazione internazionale.
Internazionale: è la parola per entrare in un clima particolare fatto di lingue diverse e da mentalità diverse, accentuato dai primi lavori per gruppi linguistici. La percezione è che occorrerà trovare un difficile punto di equilibrio. En passant: gli ispanofoni sono quelli che stanno più tempo in chiesa... almeno 5/10 minuti più degli altri.
Altro osservazione/percezione: l'Istituto è sempre meno "francese". Non so come giudicare la cosa che mi sembra ormai un dato di fatto. In ogni caso un po' mi dispiace.
Infine... io mi sento un po' in vacanza, anche se non ho un minuto libero... Boh
Fr Gabriele

giovedì 1 maggio 2014

#45CG - aggiornamento n.1

E’ trascorsa la prima settimana di un Capitolo Generale che si prospetta, a detta di molti, lunghissimo e forse eccessivamente lungo. Ma tant’è: alle “solite” cose si è aggiunta la revisione della Regola.
Due/tre le cose che mi hanno colpito.
La prima è descrittiva: il mondo lasalliano è estremamente variegato. Tutto il mondo è presente, con le sue lingue, le sue culture, i suoi specifici problemi che si manifestano anche nel cibo: per cui hot dog e paella sono entrate nel menù, pasta non sempre. E’ un mondo che si incontra e deve anzitutto conoscersi. Personalmente sugli oltre 90 partecipanti ne conoscevo un 25%, altri in questa settimana si sono aggiunti, ma ancora non conosco tutti e non ho parlato con tutti.
La seconda è sulla modalità di lavoro: google drive è diventata la terra promessa e forse la parola più usata in questi giorni. esperienza da capire bene e da usare a casa nostra.
La terza è sul tema del capitolo espresso dal titolo: “questa opera di Dio che è anche la nostra”. Riprende modificandolo (vostra è diventata “nostra”) il passaggio della lettera che nel 1714 i principali Fratelli inviarono al Fondatore per farlo tornare a Parigi. Jean Louis Schneider gli ha dedicato un bel saggio di cui ci ha fatto regalo il Distretto di Francia. Tuttavia nonostante questo stiamo provando a capire il contesto in cui oggi hanno valore quelle parole. Dai primi scambi non sarà facile. Certo è che si ha una percezione abbastanza netta di dover prendere decisioni che investiranno il futuro dell’Istituto: se il Fondatore fosse presente non sarebbe comunque più facile, ma almeno staremmo più tranquilli. Alla prossima,
Fr Gabriele

mercoledì 23 aprile 2014

45° Capitolo Generale

Dal 22 aprile all’8 giugno 2014 l’Istituto dei Fratelli delle Scuole Cristiane, presente in oltre 80 paesi nel mondo, celebra il suo 45° Capitolo Generale...Dal 22 aprile all’8 giugno 2014 l’Istituto dei Fratelli delle Scuole Cristiane, presente in oltre 80 paesi nel mondo, celebra il suo 45° Capitolo Generale (qui il comunicato stampa). Tale assise mondiale (le lingue in uso sono il francese, l’inglese e lo spagnolo) si celebra ogni sette anni.
Il Capitolo Generale è l’appuntamento più importante per una Congregazione religiosa. Rappresentanti dei Fratelli di tutto il mondo si radunano a Roma, presso la Casa Generalizia di Via Aurelia 476, per:
- valutare l’andamento dell’Istituto a livello mondiale;
- definire le priorità di intervento negli anni a venire;
- rinnovare le cariche dell’Istituto, in particolare il Superiore Generale e il suo Consiglio.
Inoltre, nel corso del prossimo Capitolo Generale, verrà anche approvata la Regola dei Fratelli a conclusione di un lavoro di revisione durato sette anni: il che ha allungato i tempi generalmente utilizzati per lo svolgimento di questa assemblea.
I Fratelli italiani rappresentanti al Capitolo (calcolati in base al numero dei Fratelli presenti in Italia) sono tre, individuati attraverso un processo di voto interno svolto nei mesi passati. Essi sono:
- Fr. Achille Buccella, Visitatore Provinciale
- Fr. Bernardino Lorenzini, Visitatore Ausiliare
- Fr. Gabriele Di Giovanni, Direttore del Pio IX – Aventino.
Noi seguiremo questo evento internazionale in queste pagine e nella nostra pagina FB pubblicando, anche con l'aiuto del sito internazionale lasalle.org, costanti aggiornamenti e una sorta di "diario di bordo" tenuto dai tre fratelli italiani partecipanti. L'hashtag ufficiale per seguire l'evento nei social e su twitter è #45CG
Buon Capitolo a tutti!

martedì 1 aprile 2014

Simposio Internazionale GL - Messaggio finale

Cari Lasalliani,  il Movimento Giovani Lasalliani mira a risvegliare la consapevolezza del cammino vocazionale personale e di gruppo di adolescenti e giovani adulti coinvolti nella Missione Educativa Lasalliana...
La speranza è come la sorella piccola della fede e della carità,
 ... sembra che le due grandi stiano portando la piccola, 
ma non è affatto così - la sorella piccola
 invece sta portando avanti le sue sorelle grandi. 
Charles Péguy


Cari Lasalliani,
il Movimento Giovani Lasalliani mira a risvegliare la consapevolezza del cammino vocazionale personale e di gruppo di adolescenti e giovani adulti coinvolti nella Missione Educativa Lasalliana. Questo movimento ci impegna a livello personale, professionale e spirituale ad andare oltre i nostri confini per fare in modo che sia noi sia coloro che accompagniamo possa avere la vita e averla in abbondanza. (Gv 10,10).

La nostra visione e passione

Come Giovani Lasalliani, la nostra passione è rivolta a:
- Fare un uso migliore del potenziale, a volte latente, della rete globale Lasalliana;
- Sostenere i giovani per fornire loro gli strumenti e il supporto necessario per integrare totalmente le loro esperienze di vita attraverso un accompagnamento efficace che conduca ad una crescita personale e vocazionale;
- Essere attivi nella Missione Educativa Lasalliana, in particolare attraverso il servizio educativo con i poveri.

Questo ci ispira ad essere agenti del cambiamento nel nostro mondo e ci sfida ad essere amministratori della vitalità e della sostenibilità della Famiglia Lasalliana e della Missione Educativa Lasalliana.

Il nostro impegno

Perciò ci impegniamo a: 
- Esplorare e comprendere le realtà locali al fine di rispondere a bisogni specifici; 
- Mettere in contatto giovani lasalliani a diversi livelli - locale, settoriale, distrettuale, Regionale e internazionale;
- Invitare i diversi gruppi di Giovani Lasalliani ad iniziare una riflessione sull’accompagnamento;
- Creare una rete tra i programmi e i progetti di servizio e di giustizia sociale tra le scuole, i centri e le comunità lasalliane;
- Promuovere i valori della fede, del servizio, e della comunità in connessione con l’intera Missione Educativa Lasalliana.

domenica 30 marzo 2014

…impariamo a S3RV1RE

Dal 27 al 30 marzo, presso la Casa Generalizia si è svolto il Convegno Nazionale dei Giovani Lasalliani italiani dal titolo “IMPARIAMO A S3RV1RE”. Circa 100 ragazzi sono, così, giunti a Roma da tutte le scuole e istituzioni lasalliane d’Italia per vivere 4 giorni insieme riflettendo proprio sul tema del Servizio a conclusione di un cammino, durato tre anni, durante i quali i giovani si sono interrogati sui tre pilastri dell’essere lasalliano: fraternità, fede e servizio. Molte sono state le presenze e condivisioni preziose (Fr. Achille Buccella, Fr. Gabriele di Giovanni, Angela Matulli, Lorenzo Cutore e Fr. Alberto Gomez,) che ci hanno aiutato a comprendere come progettare e vivere un servizio cristiano. Essere lasalliani comporta avere un’attenzione particolare all’altro, qualcosa che ci spinge ad avere cura di chi incontriamo, scoprire che “Dio ci chiama tra le pagine fitte dei nostri quartieri”, perché è proprio nell’altro che possiamo riconoscere il volto di Cristo, così come ha fatto il nostro Fondatore S. Giovanni Battista De La Salle.
Abbiamo condiviso le nostre molte e diverse esperienze di servizio per arrivare a capire che anche le piccole cose, i piccoli gesti, quelli che sembrano non poter cambiare il mondo, se fatti con zelo e SPIRITO DI SERVIZIO, possono essere veri strumenti di Salvezza.
È stata un’esperienza emozionante perché abbiamo condiviso momenti forti di preghiera e riflessione, abbiamo affidato i nostri sogni, i nostri impegni e le nostre speranze di giovani lasalliani nelle mani di Dio che come un papà buono non potrà che accompagnarci in questo cammino.
Molti sono stati i sorrisi, le lacrime di commozione, i balli e i canti, le domande e le risposte di 100 ragazzi che oggi, nonostante le difficoltà del mondo che ci circonda, non smettono di vivere il carisma del nostro Fondatore per essere, come ci ha detto il superiore Generale Fr. Alvaro, la nuova Generazione della Speranza!
Il convegno si è concluso a piazza San Pietro, per partecipare all’Angelus di Papa Francesco che, al termine di questo, ha rivolto un particolare saluto a tutti i ragazzi del Movimento Giovani Lasalliani accorsi con gioia ad ascoltarlo!
Se è vero che nelle nostre scuole “entriamo per imparare ed usciamo per servire”…adesso tocca a noi giovani lasalliani dire “I care”!

Se non lo facciamo noi per loro, chi lo farà?

È questa la domanda che deve risuonare nelle nostre menti e più di tutto nei nostri cuori…
SE NON LO FACCIO IO PER LORO, CHI LO FARA’?
A questo punto le domande che si aprono sono 2:
fare cosa?
Perché proprio io?
Non è semplice dare delle risposte a queste domande, forse ad alcuni di noi sarà necessaria tutta una vita… non saranno di certo sufficienti questi tre giorni!
Ma vogliamo iniziare INSIEME una riflessione, vogliamo tentare INSIEME, come siamo abituati a fare, a dare delle risposte o forse a farci tante altre domande su cosa significhi per noi la parola SERVIZIO.
Siamo partiti per questo viaggio 3 anni fa… qualcuno di voi c’era fin dall’inizio, altri si sono aggiunti strada facendo, ma questo è il bello di un viaggio!!!
Ci siamo scoperti GRUPPO (Cammina alla mia presenza: condividi il cammino!) ricordate?, l’anno scorso abbiamo scoperto la FEDE (CREDIMI!)… oddio, scoperto è un parolone… diciamo che ci siamo messi in ascolto, alla ricerca di quel Dio, Padre buono che ci ha chiamati suoi figli e ci spinge a fare piccole-grandi cose…
Quest’anno è il momento di “sporcarci le mani”…
Siamo tutti qui perché sentiamo qualcosa che ci spinge, qualcosa che ci muove, che ci emoziona, qualcosa che ci fa ardere forte il cuore nel petto e che ci permette di guardare lì dove nessuno sposta lo sguardo, agli angoli e alle periferie del mondo, delle nostre scuole, delle nostre realtà, della nostra società…
Sentiamo tutti una spinta verso i più piccoli, verso chi ha più bisogno…
Abbiamo tutti … occhi aperti e cuori appassionati…
Bene ragazzi questo è il nostro DESIDERIO DI FARE SERVIZIO!!!